VITA SPIRITUALE

I temi più attraenti della vita spirituale (cioè di una vita cristiana vissuta compiutamente e “concretamente”) sono visti in questa sezione col taglio della paternità spirituale.

Vengono qui presentate conferenze, saggi, pubblicazioni ed esercizi spirituali intorno ai temi della teologalità, della conduzione spirituale, del vivere l’attualità del combattimento spirituale e del senso dell’ascesi. Sono tutti lavori fruibili anche in un mondo impregnato di illusorie libertà.

La vita intellettuale nutrita alla scuola della Parola di Dio, la pienezza dell’intimità dei rapporti (col prossimo e con Dio) quale cifra discriminante di una sana vita spirituale, dove il Cristianesimo non si riduce a vuoto moralismo.

Quale paternità spirituale? Rileggere la Tradizione per interpretare l’oggi

Documenti – Vita spirituale – Quale paternità spirituale? Rileggere la Tradizione per interpretare l’oggi – (30 marzo 2017)

Ecco la parola chiave: ‘cogliere lo splendore e la potenza’ di quello che abbiamo ricevuto, di quello che crediamo, di quello che vorremmo fare, di quello che pretendiamo annunciare. Rispetto al tema della paternità spirituale mi sono proposto di illustrare appunto quello che la grande tradizione ci ha lasciato in eredità.

leggi tutto

L’esercizio della misericordia nella vita religiosa

Documenti – Vita spirituale – L’esercizio della misericordia nella vita religiosa – (1 marzo 2016)

Se la Chiesa non è che il mistero della riconciliazione in atto nella storia (cfr. 2Cor 5,19: “Dio ha riconciliato a sé il mondo in Cristo, affidando a noi la parola della riconciliazione”), allora la vita religiosa è vita consacrata nel senso appunto che è tutta dedita a mostrare in atto l’opera della riconciliazione nel mondo.

leggi tutto

Educare alla solitudine. Dimensione fondamentale della vita religiosa

Documenti – Vita spirituale – Educare alla solitudine. Dimensione fondamentale della vita religiosa – (4 febbraio 2015)

La parola solitudine oggi è connotata affettivamente con il segno negativo: solitudine come isolamento, come fuga, come abbandono, come ferita, come depressione. Evidentemente si tratta di scelta involontaria, subita, da cui si cerca a tutti i costi di uscire, in genere senza successo. Ma la solitudine è ineliminabile dalla percezione di se stessi e dal cammino spirituale intrapreso. Quando è vissuta per scelta volontaria, la solitudine promuove l’ispirazione, l’appartenenza, la vita come promessa. E dico scelta, non reazione. La scelta ha a che fare con il desiderio profondo del cuore, mentre la reazione dipende dalla sensibilità ferita. Per questo si può parlare di educazione alla solitudine, accompagnandoci a vivere positivamente la solitudine. 
LA DIMENSIONE DELLA SOLITUDINE NELLA CURA PASTORALE DELLE VOCAZIONI – CONVEGNO 2015 a cura del COORDINAMENTO NAZIONALE CURA PASTORALE DELLE VOCAZIONI. FRATI MINORI D’ITALIA ROMA, 4 febbraio 2015, Suore Francescane Angeline. Conferenza di p. Elia Citterio.

leggi tutto

Il Vangelo parla di radici, non di ideali

Documenti – Vita spirituale – Il Vangelo parla di radici, non di ideali – (31 ottobre 2013)

Seguendo l’invito di Benedetto XVI che esortava i giovani a essere sempre se stessi in ogni ambiente, in ogni luogo ‘reale’ o ‘virtuale’, vorrei presentare il mio contributo di riflessione sull’esperienza della fede lungo due direttrici: secondo l’apertura al reale nella concretezza della vita e secondo l’istinto di comunione che deve essere l’anima della comunicazione. CONVEGNO TEOLOGICO: “Dire la fede nell’era della cultura digitale”, intervento di p. Elia Citterio, Alessandria, Ottobre 2013

leggi tutto

Credo la santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi, la remissione dei peccati

Documenti – Vita spirituale – Credo la santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi, la remissione dei peccati – (26 marzo 2012)

Noi abbiamo dimenticato che la bellezza della fede alla quale siamo stati generati non parla primariamente della tensione del nostro cuore, ma dello splendore della santità della Chiesa che riverbera nel nostro cuore. Parla cioè di un’esperienza di vita che ci precede e ci accompagna e che ci viene partecipata.
Itinerario quaresimale. Rimini, 26 marzo 2012, Chiesa di Sant’Agostino. Meditazione di p. Elia Citterio sulla professione di fede.

leggi tutto

L’uomo di oggi di fronte alla rivelazione evangelica. Fascino e resistenze

Documenti – Vita spirituale – L’uomo di oggi di fronte alla rivelazione evangelica.
Fascino e resistenze. – (21 settembre 2011)

Si affronta la questione dei fondamenti e dei criteri dell’agire formativo oggi nella chiesa e, per tutti i cristiani, la responsabilità del generare alla fede, dell’essere padri e madri nella fede. Punto fermo da non perdere di vista è che lo spirituale non è una sovrastruttura che si aggiunge a quello che san Paolo chiama ‘corpo psichico’ (cfr. 1Cor 15,44). È una realtà di radice, costitutiva del cuore dell’uomo che vive del rapporto col suo Dio. Sembra però che la percezione di questa realtà si sia molto affievolita nella coscienza degli stessi credenti e ciò contribuisce non poco a rendere come irrilevante la proposta cristiana nella sua specificità. In una parola, fa difetto la dimensione spirituale nell’agire ecclesiale.
Intervento di p. Elia Citterio al XXVII convegno formatori francescani, tenutosi ad Assisi il 21 settembre 2011.

leggi tutto

Parole chiavi della vita spirituale oggi – 1. Segreto/mistero

Documenti – Vita spirituale – Parole chiavi della vita spirituale oggi – 1. Segreto/mistero – (14 ottobre 2010)

La ‘vita spirituale’ non riguarda lo sforzo nostro di acquisire qualcosa, ma allude principalmente all’accoglienza, alla scoperta di un dinamismo che muove e impegna in una relazione. Allude a un ‘vigore’, un ‘calore’, un ‘principio vitale’ che si esprime nella capacità di vivere una relazione di comunione.
Primo di quattro brevi articoli sul tema: “Parole chiavi della vita spirituale oggi”, per la rivista “In caritate Christi”, delle Suore Elisabettine di Padova, anno 2010.

leggi tutto

Parole chiavi della vita spirituale oggi – 2. Lotta/fatica

Documenti – Vita spirituale – Parole chiavi della vita spirituale oggi – 2. Lotta/fatica – (13 ottobre 2010)

Per quanto riguarda il mondo spirituale si deve ammettere apertamente: non riusciamo nella vita spirituale perché non abbiamo compreso il mistero del Regno di Dio che sboccia nella fatica, nella lotta interiore e nell’acquisizione della conoscenza delle nostre anime. Come ci ricorda un detto antico: “Disse un anziano: «Per questo non facciamo progressi, perché non conosciamo i nostri limiti, e non abbiamo perseveranza in ciò che abbiamo intrapreso, ma vogliamo acquistare la virtù senza fatica»”
Secondo di quattro brevi articoli sul tema: Parole chiavi della vita spirituale oggi, per la rivista “In caritate Christi”, delle Suore Elisabettine di Padova, anno 2010.

leggi tutto

Parole chiavi della vita spirituale oggi – 3. Relazione/comunione

Documenti – Vita spirituale – Parole chiavi della vita spirituale oggi – 3. Relazione/comunione – (12 ottobre 2010)

La scoperta della fede, della fede nel Signore Gesù, si fa contemporaneamente scoperta della benevolenza di cui abbiamo bisogno per vivere e scoperta della sapienza del cuore, frutto di una fede che si è tradotta in esperienza di alleanza intessuta dall’amore di Dio per noi, che ci precede e ci orienta.
Terzo di quattro brevi articoli sul tema: “Parole chiavi della vita spirituale oggi”, per la rivista “In caritate Christi”, delle Suore Elisabettine di Padova, anno 2010.

leggi tutto

Parole chiavi della vita spirituale oggi – 4. Umiltà/letizia

Documenti – Vita spirituale – Parole chiavi della vita spirituale oggi – 4. Umiltà/letizia – (11 ottobre 2010)

Con la parabola degli invitati a nozze (cfr. Lc 14,7-11), Gesù illustra la condizione dell’uomo davanti a Dio: l’uomo è invitato alla tavola del suo Signore! Scegliere l’ultimo posto non è questione di furbizia, ma dipende dalla coscienza della dignità dell’invito. Più l’uomo ha il senso della grandezza del mistero del Regno dei cieli e più si sente piccolo; più si sente piccolo e più è esaltato Colui che l’invita. Più si fa grande e più vuol dire che si pone nel confronto con gli altri invitati, cioè non gli importa nulla di Colui che l’ha invitato. Si serve dell’invito per farsi bello davanti agli altri convitati.
Quarto di quattro brevi articoli sul tema: “Parole chiavi della vita spirituale oggi”, per la rivista “In caritate Christi”, delle Suore Elisabettine di Padova, anno 2010.

leggi tutto

Vita consacrata e pastorale della santità

Documenti – Vita spirituale – Vita consacrata e pastorale della santità – (5 settembre 2009)

Coscienza dell’universale vocazione alla santità nella chiesa, ma messa in sordina dello stesso ideale di santità; la comune responsabilità di tutti i credenti nei confronti della missione della chiesa e sbiadimento dell’identità della vita consacrata.
Intervento di p. Elia Citterio presso la Parrocchia del SS. Salvatore a Nuova Olonio.

leggi tutto

Amore alla cultura e desiderio di Dio

Documenti – Vita spirituale – Amore alla cultura e desiderio di Dio – (1 luglio 2009)

“Qual è la ragion d’essere dell’esperienza monastica?”, Jean Leclercq rispondeva: “La vita monastica è un affare d’amore fra l’uomo e Cristo, nello spirito di Dio. Tutto il resto sono sottoprodotti” e aggiungeva che era la preghiera a rendere necessaria la cultura.
Articolo di p. Elia Citterio apparso su “CONSACRAZIONE E SERVIZIO”, settembre 2009, n. 9, 65-71.

leggi tutto

La preghiera e la pratica della preghiera. A proposito di alcuni autori esicasti minori

Documenti – Chiese d’Oriente – La preghiera e la pratica della preghiera. A proposito di alcuni autori esicasti minori – (23 maggio 2009)

Commentando il passo scritturistico: “Un tempo per tacere e un tempo per parlare” (Qoelet 3,7), Callisto Angelicude scrive: “ [quando l’intelletto] vede intorno a sé divisione, allora è tempo di parlare; parlare però di cose degne di condurre al silenzio”. A tutte le dissertazioni di oggi, vorrei aggiungere una riflessione da monaco partendo dalla costatazione che la nostra mente si sparpaglia necessariamente in tanti pensieri e conoscenze, ma aspira a quell’unità che solo un silenzio contemplante può saziare di fronte al mistero di Dio. Il senso delle nostre parole non può che essere quello di condurre al silenzio.
Convegno a Roma, 23 maggio 2009. IL MONACHESIMO DELLA SANTA MONTAGNA FRA SPIRITUALITA’ E STORIA. DA SANT’ATANASIO ALLA CADUTA DI COSTANTINOPOLI.

leggi tutto

Chiesa, Parola di Dio

Documenti – Vita spirituale – Chiesa, Parola di Dio – (10 marzo 2009)

Ciò che intendo illustrare è un aspetto della corrispondenza chiesa/parola di Dio. Parto dall’assunto che la rivelazione di Dio, che costituisce il grande annuncio della nostra fede, la ‘buona notizia’ per il mondo, si riassume in questo: “Dio ha perdonato a voi in Cristo” (Ef 4,32). Letteralmente: “Dio ha fatto grazia di Sé a voi in Cristo”. Articolo di Elia Citterio, in “Consacrazione e servizio”, 1/2009, pp. 65-68.

leggi tutto

La vita nuova in Cristo

Documenti – Vita spirituale – La vita nuova in Cristo – (10 marzo 2009)

Quando Gesù domanda: “Ma voi, chi dite che io sia?” (Mt 16,15; Mc 8,23; Lc 9,20), i discepoli possono rispondere in verità? Avevano seguito Gesù, vivevano con lui già da tempo, l’avevano sentito parlare e visto agire, l’avevano riconosciuto come l’Inviato di Dio. Pietro lo confessa a nome di tutti: “Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente” (Mt 16,16). Possono però già sapere quello che confessano? Il seguito del racconto pare negarlo… La difficoltà di comprensione da parte dell’uomo si trova ben descritta nel lungo discorso eucaristico di Gv 6… tutta la difficoltà per l’uomo deriva proprio dal fatto che, invece di accogliere la grazia, ne vuole una a sua misura. I Padri radicano la dinamica dell’intelligenza delle Scritture proprio nella tensione che spinge sempre a progredire incessantemente per diventare solidali della carità di Dio per il mondo, segno della sua santità.
Contributo di Elia Citterio, in AA.VV., “Ma voi chi dite che io sia? Sguardi sul mistero di Cristo” (a cura di N. Valentini), Milano 2009, Paoline editoriale libri, pp. 106-133.

leggi tutto
Discesa dello Spirito Santo. Miniatura miedievale

Discesa dello Spirito Santo. Miniatura miedievale

l’omelia

Archivio omelie