Il sacrificio di Isacco in una leggenda ebraica.

“Le leggende degli ebrei”

Benché in casa di Abramo vigesse così generosa la legge dell’ospitalità, accadde una volta che un pover uomo, o meglio un sedicente tale, venne congedato a mani vuote: e fu per questa ragione che Abramo subì l’ultima prova, e cioè il sacrificio del suo beneamato Isacco.

Le parabole del Regno – 2

Le parabole del Regno. La zizzania, il granellino di senape e il lievito

Ecco altre tre parabole del Regno: quella della zizzania, del granellino di senape e del lievito. La parabola della zizzania risponde alla domanda che tutti angoscia: perché il male è mescolato al bene? Per cogliere il senso della parabola possiamo porci da tre punti di vista.

Le parabole del Regno – 1

Le parabole del Regno. Il seminatore

Gesù, Verbo del Padre, lascia il Padre e viene tra gli uomini, non solo seminando la sua parola nei cuori, ma seminando sé, sua Parola Vivente, nei cuori. C’è identità tra il seminatore e il seme, perché colui che semina e la cosa che viene seminata è la stessa realtà, Gesù stesso. S. Ambrogio dice che l’anima è come la madre del Verbo, a somiglianza della Vergine. Ognuno è chiamato a far nascere e far crescere Gesù dentro il proprio cuore. Questo è il significato profondo della parabola.

Filoteo Sinaita – 4 (ultima)

Filoteo Sinaita – Quaranta capitoli sulla sobrietà

Il Signore nostro Gesù Cristo, parlando delle diverse disposizioni di coloro che ascoltavano le parole del Vangelo, diceva: “Poi viene il diavolo e porta via la Parola dal loro cuore – è chiaro che il demonio riesce in questo furto facendocela malignamente dimenticare – affinché, credendo, non siano salvati” (Lc.8,12).

Filoteo Sinaita – 3

Filoteo Sinaita – Quaranta capitoli sulla sobrietà

Ogni ora, anzi, ogni istante custodiamo gelosamente con la massima attenzione il nostro cuore dai pensieri che oscurano lo specchio della nostra anima, nel quale è solito imprimersi e riflettersi Gesù Cristo, sapienza e potenza del Padre (cfr. 1Cor.1,24).

Filoteo Sinaita – 2

Filoteo Sinaita – Quaranta capitoli sulla sobrietà

Colui che purifica il proprio cuore e che, nel Signore, sradica il peccato fin dalle sue radici, colui che si sforza di guadagnare una conoscenza più divina e che è in grado di contemplare nel suo spirito realtà invisibili a molti, non deve per questo insuperbirsi sopra gli altri.